Episcopio S.Maria Foro ClaudioCerto, l’Episcopio per storia, cultura ed arte, ha sempre goduto di una sua centralità e peculiarità tra i beni conservati a Carinola. Da poco, grazie ai finanziamenti dell'Unione Europea sono terminati i lavori di restauro e sistemazione del sito storico, ovvero della Basilica di S. Maria in Foro Claudio, compiuti a cura dell’amministrazione comunale e svolti

epis22dalla soprintendenza. I lavori hanno riguardato il restauro dell'edificio ecclesiale affetto da gravi problemi di umidità che hanno danneggiato tanto le strutture litiche dei colonnati, quanto e soprattutto i preziosi affreschi medioevali e rinascimentali costituenti uno dei maggiori motivi di interesse culturale e storico dell'edificio.

Ora ridiviene necessario riportare questa importante struttura storica al centro dell’interesse e dell’attenzione di tutti.

epis33Tra poco, il 5 maggio, l’Associazione “Amici della Biblioteca” parteciperà all’organizzazione della riapertura dell’importantissimo edificio storico. Vi prenderà parte, oltre alle altre autorità, il prof. Paul Arthur, docente di Archeologia Medioevale presso l’università del Salento e la sua presenza riveste un’importanza primaria. Infatti, rivivere nelle sue parole la realtà storica, architettonica e artistica dell’Episcopio, sarà un momento importante.

Ma, è proprio il caso di dire, il problema giunge ora: salvato e riemerso dalla sua condizione di rudere nella metà del 1900, dopo vari travagli e recuperata ancora una volta la splendida basilica romanica, cosa farne? Il comune come intende gestirla per evitare che tra qualche anno sarà ridotta come prima, se non peggio? E l’Autorità ecclesiastica? Vi sarà un accordo con al centro finalmente l’Episcopio, il suo rilancio e non il nulla, il vuoto? E’ necessario, come si diceva, dare all’edificio una sua centralità e una sua funzionalità che non sia oscurata, come al solito, dal suo essere un’isola lontana persa nell’oceano del disinteresse.

Insomma, occorrono idee nuove e spero che il giorno 5 maggio saranno in molti a voler dare il proprio contributo rispetto al futuro di quanto si andrà a re inaugurare, perché questo edificio possa occupare il posto che gli spetta. Quindi, oltre a restituirgli il suo compito che come edificio religioso ha sempre saputo tenere ed esaltare, occorre dargliene anche uno civile che ne possa fare un centro di cultura, di incontro e di studio per svolgere e promuovere iniziative a favore di tutti coloro che vogliono utilizzarlo a tale fine. Inutile a dirsi che in questo l’amministrazione comunale ha un compito centrale e decisivo, dovendo farsene pienamente carico, curando e incoraggiando l’utilizzazione di questa fondamentale struttura. Allora dovremo fare di tutto perché l’Episcopio una volta recuperato non cada nel dimenticatoio come già avvenuto più e più volte. Insomma, occorre impegnarsi perché anziché la spasmodica ricerca di mirabolanti e improbabili scoperte Carinola sappia curare e porre al centro della sua storia le sue grandi realtà ed è necessario che a questo partecipino tutti. Sì, bisogna riprendere in mano la nostra storia e fare in modo che chi voglia possa reimpossessarsene e percorrere le strade che conducono ad essa e che da essa sanno andare oltre. Non lasciamoci sfuggire questa occasione, è un qualcosa di bello e di importante che abbiamo e cerchiamo di prenderlo e di tenerlo con noi. Dai tempi in cui l’Episcopio, come si è detto, era ridotto ad un rudere, ha conosciuto altri duri momenti di oblio e di barbarie, nonostante il fatto che qualcuno continuava a vigilare su di esso. Ora lo abbiamo con noi e non lasciamolo più andare via. Allora, vediamoci sabato 5 maggio e riprendiamoci ciò che è nostro e ci appartiene e soprattutto curiamolo: basta un po’ di interesse e null’altro.

Questo è il programma:

Ventaroli di Carinola – Basilica S.Maria in Foro Claudio

Sabato 5 Maggio 2012 Ore 16.00

CERIMONIA DI RIAPERTURA AL CULTO E PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DEGLI SCAVI E DEI RESTAURI EFFETTUATI

Liturgia della Parola e Benedizione chiesa presieduta da

S.E. Antonio NAPOLETANO Vescovo Diocesi Sessa Aurunca

Saluto del Sindaco di Carinola

Dott. Luigi Salvatore Angelo DE RISI

Relatori:

SOPRINTENDENTE PER I BENI ARCHEOLOGICI DI SALERNO AVELLINO BENEVENTO E CASERTA   : dott.ssa Adele CAMPANELLI

SOPRINTENDENTE PER I BENI ARCHITETTONICI, PAESAGGISTICI, STORICI, ARTISTICI ED ETNOANTROPOLOGICI PER LE PROVINCE DI CASERTA E BENEVENTO   : arch. Paola Raffaella DAVID

Dott.ssa Lucia BELLOFATTO

Arch. Gennaro LEVA

Dott. Francesco SIRANO

Dott.ssa Concetta DI LORENZO studiosa di storia locale        

Conclude

Prof. Paul Raymond ARTHUR Ordinario Archeologia Tardo Antica ed Alto Medievale Università del Salento

Coordina avv. Vincenzo Ceraldi - Associazione Amici della Biblioteca

Buffet


Percorso

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata