CARINOLA.NET

La Notizia e non solo!

Font Size

SCREEN

Cpanel

Home SESSA AURUNCA

PIEDIMONTE MATESE ARRESTO PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I carabinieri della Stazione di Vairano Scalo (CE), in Piedimonte Matese (CE), nel corso di un servizio finalizzato contrastare lo spaccio di stupefacenti, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio, di Brancaccio Domenico, cl. 1993, e Dionisio Serena, cl. 1976, entrambi residenti a S. Maria la Fossa (CE).

I militari dell’Arma hanno intercettato i due in località Sepicciano del comune di Piedimonte  Matese, a bordo di un autovettura in loro uso.

A seguito di perquisizione sono stati trovati in possesso di due panetti di hashish del peso totale di gr.196 e di un involucro contenente cocaina del peso di gr.6,5, occultati all’interno dell’autovettura.

La successiva perquisizione effettuata presso il loro domicilio, ha permesso di rinvenire  ulteriori  3 dosi di cocaina del peso di gr.4 e 88 pacchetti di sigarette.

Inoltre, le immediate indagini hanno consentito di individuare una seconda abitazione in uso agli arrestati, in San Marcellino (CE), dove sono state rinvenute 9 dosi di cocaina del peso complessivo di gr 10.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro

Brancaccio Domenico e Dionisio Serena, sono stati accompagnati, rispettivamente, presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE) e quella femminile di Pozzuoli (NA).

ARRESTATO A SESSA AURUNCA MENTRE RISCUOTE IL PIZZO

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca (CE), in quel centro, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato per estorsione aggravata dal metodo mafioso, di Andreoli Alberto, cl. 1965, residente a Sessa Aurunca, in atto sottoposto alla libertà vigilata, affiliato al locale clan Esposito detto dei “Muzzoni”.

I militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno sorpreso l’uomo all’uscita di un esercizio commerciale di via Aldo Moro, immediatamente dopo aver riscosso la somma di euro 100,00 a titolo di rateo estorsivo. 

Il denaro è stato sottoposto a sequestro.

Andreoli Alberto è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere,  a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

LA LETTERA AGLI STUDENTI DEL SINDACO SILVIO SASSO

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Agli Studenti di ogni Ordine e Grado degli Istituti del Comune di Sessa Aurunca
Cari Studenti del Territorio Aurunco,
l’avvio di un nuovo anno scolastico è occasione per ricordare quanto preziosa, irripetibile e -

MONDRAGONE:TRASPORTAVA 31 KG DI MARIJUANA ARRESTATO PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mondragone (CE), nel corso di un servizio di controllo del territorio, sulla via ss. Domitiana, al  km. 17,00, agro del comune di Mondragone, hanno proceduto all’arresto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze

FERMATO L'ACCOLTELLATORE MAROCCHINO DELL'HOTEL HOUSTON

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

coltello marocNella tarda serata del 2 agosto scorso, i Carabinieri della Stazione di Casagiove (CE), in quel centro, hanno dato esecuzione ad un decreto di fermo del Pubblico Ministero, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti del pregiudicato marocchino Mossaib Mojno, cl. 1977, senza fissa dimora ed irregolare sul territorio nazionale,  poiché  identificato quale autore della rapina e delle lesioni perpetrate nella notte del 26 luglio scorso, all’interno del dismesso “hotel Houston”, sito in via Nazionale Appia nel comune di Casagiove, ai danni di due suoi connazionali.
mossaibIl provvedimento scaturisce dall’attività di indagine, coordinata dall’Autorità Giudiziaria Sammaritana, che ha permesso di acclarare come il fermato, dopo aver avvicinato le vittime, al loro rifiuto di consegnargli del denaro, avesse colpito con un coltello cagionando, al primo, una ferita da taglio alla regione laterale destra del collo e due ferite da taglio dorsali altezza dell'emitorace e, al  secondo malcapitato, una ferita da taglio al palmo della mano sinistra.
Dopo l’azione delittuosa il rapinatore riuscì a scappare facendo perdere le proprie tracce.
Successivamente, anche grazie alle informazioni fornite dalle vittime, è stato possibile identificare il reo e procedere alla perquisizione della stanza da lui occupata presso il citato albergo in disuso dove è stata rinvenuta l’arma del delitto.   
Il fermato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.
La competente Autorità Giudiziaria, nel convalidare il fermo ha ora disposto la permanenza in carcere di Mossaib Mojno.

ARRESTATO SORBO AMMINISTRATORE ESOGEST

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nella mattinata del 20 giugno. i militari della Compagnia Carabinieri di Maddaloni, all'esito di prolungata e complessa attività di indagine coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari

OMICIDIO PASSIONALE IERI A CELLOLE

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

10 giugno 2017, in Cellole (ce), i Carabinieri del locale Comando Stazione hanno tratto in arresto per omicidio e detenzione illegale di armi CALENZO Giovanni, cl. 63 di Sessa Aurunca.

SESSA AURUNCA:DENUNCIATI TRE NAPOLETANI PER RICETTAZIONE

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione un 50enne, un 45enne ed 38enne, tutti di Napoli.I tre, a seguito controllo su autovettura

CLUB ROTARY DI SESSA AURUNCA ADERISCE AL PROGETTO:DIAMO UN'OCCHIATA COL ROTARY

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Anche il Club Rotary  di Sessa Aurunca ha aderito al programma inerente la prevenzione di una gravissima patologia oculare: "Diamo un'occhiata col Rotary". Si tratta di una patologia che colpisce gli

Sottocategorie

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata

 

 

Sei qui: Prima Pagina - SESSA AURUNCA